FILATI ACRILICI

 

Il termine acrilico è utilizzato nell'industria tessile per indicare le fibre sintetiche prodotte a partire da acrilonitrile, un derivato del petrolio. Questa fibra sintetica è usata in tessitura e in maglieria da sola o in mischia con altre fibre, ed è principalmente destinata ai settori dell’abbigliamento tecnico e sportivo, della maglieria e dell’arredamento d’interni.
L'acrilico è il tessuto sintetico che più si avvicina alla lana: è infatti leggero, termoisolante, caldo, soffice e morbido al tatto, ma non infeltrisce; per questo motivo, l'acrilico viene spesso filato insieme alla lana.
Il filato acrilico al 100% è un prodotto al momento molto ricercato, usato per la tessitura ed le lavorazioni a maglia.

 

ACRILICO E LA RETRAZIONE E VOLUMINIZZAZIONE IN CONTINUO

 

Il metodo di retrazione in continuo prevede la retrazione dei filati acrilico HB (High Bulk) direttamente dalla rocca, di roccatrice o ritorcitoio, e la raccolta dopo voluminizzazione in rocca da tingere o in rocca paraffinata, per l’utilizzo in maglieria. Questa lavorazione viene eseguita per conferire una elevata voluminosità al filato e renderlo gradevole al tatto (mano). Per l’elevata voluminosità, il filato è anche più coprente e conseguentemente ha una migliore resa in maglia.
L’operazione di retrazione viene ottenuta con un trattamento a caldo sul filo in movimento e libero di retrarsi. La roccatrice per retrazione e voluminizzazione in continuo Savio riunisce in un unico macchinario le operazioni di trattamento termico del filo e di roccatura.
Rispetto al ciclo matassa, questo metodo di retrazione in continuo è più breve sia per i filati greggi che per i filati pre-tinti, e per filati fissati greggi dopo tintura in rocca.

CERCA LA SOLUZIONE SAVIO PIU' ADATTA ALLE TUE ESIGENZE
0